con Giampietro Mattolin
Il viaggio inizia da Guwahati e segue un percorso via terra che attraversa il Bhutan da est ad ovest. Si inizia andando da Samdrup Jonkhar a Trashigang, nell’estremo est, in occasione della ricorrenza di Gomkora, un festival dalle origini arcaiche che conserva le caratteristiche di una celebrazione della fertilità. Si visiterà bene la stessa Trashigang con lo splendido Dzong ed il remoto villaggio di Tashyangtse. Si prosegue poi per Mongar e da qui, oltre l’alto passo del Trumshing, nella regione centrale del Bumthang dove si visitano Ura e Jakar. Proseguendo si arriva allo Dzong di Trongsa, a Chendebji Chorten e, oltre il passo del Pele, nel Bhutan occidentale, alla grande vallata di Wangdi Phodrang e Punakha, che è considerato il sito storico più bello ed importante del paese.
Un ultimo passo porta poi a Thimpu, la capitale, e da qui ci si sposta a Paro, per una escursione a Taktshang, il famosissimo “nido della tigre”. Nell’ultima giornata si assisterà al momento saliente del grande Cham, l’evento più celebre del ricco calendario bhutanese.
Il percorso darà così una grandiosa visione d’insieme del paese: si partecipa a tre eventi del folclore bhutanese, ciascuno con caratteristiche peculiari e molto diversi tra loro, incontrando anche diversi gruppi etnici; si percorrono le diverse regioni del Bhutan, godendo di una natura incontaminata che va dalle foreste tropicali del confine assamese ai boschi di rododendro himalayano; si vedranno i principali Dzong ed i siti più antichi del paese.

read more